Elly Shlein Candidata segreteria nazionale PD a Lecce

LECCE– Al teatro Koreja di Lecce. Tappa del tour pugliese di Elly Schlein, candidata alla Segretaria del Partito Democratico.

…”Significa che abbiamo bisogno per ritrovare un’identità forte di aprirci e di ritrovare credibilità con quei mondi che non si sono più risentiti rappresentati in questi anni penso al mondo del lavoro penso a quello del terzo settore dell’accoglienza della scuola. Ecco per farlo dobbiamo costruire un ponte tra le migliori energie che il Partito Democratico” …

Già esprimere i territori e chi si è sentito schiacciato fuori. Ecco molti dei ragazzi delle ragazze impegnati nella politica universitaria oggi ci hanno espresso queste esigenze quella di ritrovare una casa Comune. Noi siamo qui esattamente per fare questo, non per offrire posti ma per provare a costruire insieme un posto nuovo dove risentirci tutte e tutti a casa.” …Si parla purtroppo di autonomia differenziata perché Calderoli, con una forzatura che ha visto scavalcare i luoghi del confronto con le regioni e la conferenza unificata e la conferenza delle regioni, ha mandato direttamente alla Presidenza del Consiglio un disegno di legge che dobbiamo rigettare con forza, perché è un disegno di legge che fotografa e perpetra i divari territoriali e le diseguaglianze esistenti e non lo possiamo accettare perché non abbiamo bisogno di dividere ulteriormente questo paese Semmai abbiamo bisogno di riunificarlo e quindi io credo che sia stata una forzatura e abbiamo chiesto di ritirare e anche di non procedere su questa strada.” …

“di far fissare i livelli essenziali di prestazione che lo voglio dire sono diritti fondamentali delle persone parliamo di sanità accesso alle cure parliamo di trasporto pubblico locale parliamo di accesso all’istruzione di questo su questo ci siamo confrontati con le ragazze e i ragazzi che abbiamo incontrato oggi. Ecco questi sono dritti fondamentali non possono essere approvati da commissioni istituite dal governo attraverso un dpcm poniamo di ridare voce alla base del partito quella che anima i circoli militanti che è troppo spesso quando poi c’è da prendere decisioni sulle liste ad esempio viene schiacciata e non viene più ascoltata Ecco noi vorremmo rovesciare questa piramide innovare anche il metodo di selezione di una nuova classe dirigente dentro al partito sui territori anzi io ho detto all’inizio che noi tornavamo per portare un contributo di idee e ci candidavamo a cambiare questo partito ci candidiamo cambiare questo partito ma qualunque sarà l’esito del congresso che vinceremo, e bisogna lavorare insieme il giorno dopo e quindi questo varrà anche qualora non dovessimo vincere.

Beh! in realtà stiamo tenendo insieme ai due piani. Anzi mando un abbraccio a tutte le militanti e militanti che stanno portando avanti una campagna elettorale difficile a fianco di Alessio D’Amato il nostro candidato a cui rifaccio Un grande in bocca al lupo sta costruendo una bella coalizione e un bel progetto per proseguire nel solco dell’ottimo governo di Nicola Zingaretti Quindi io credo che tenendo insieme queste due cose ci prendiamo Naturalmente il tempo anche di fare una riflessione necessaria dopo la sconfitta del 25 settembre perché abbiamo bisogno di irritarmi un’identità Chiara al Partito Democratico per noi basata su tre grandi sfide quella delle diseguaglianze che sono aumentate quella dei cambiamenti climatici che vanno affrontati con urgenza è quella di ridare dignità al lavoro.”

video e foto di Annamaria Niccoli

http://www.salentolive24.com/

https://www.facebook.com/annamaria.niccoli.7

Pubblicità